Unravel Me di Tahereh Mafi

51L48MhnKaL.jpg

Titolo: Unravel me

Autore: Tahereh Mafi

Editore:  Rizzoli

Data di pubblicazione: 1 dicembre 2016

Genere: Narrativa

Pagine: 368

Formato: Ebook €8,99  – Cartaceo €14,88

 

 

Sinossi:

Juliette è sfuggita alla Restaurazione e al suo leader che intendeva usarla come arma. Da quando vive al Punto Omega è libera di amare Adam, ma non sarà mai libera dal proprio tocco letale, né da Warner, che la desidera più di quanto lei credesse possibile. Tormentata dal passato e incapace di pensare al futuro, Juliette sa che dovrà compiere delle scelte difficili. Accettare il proprio potere distruttivo per metterlo al servizio della resistenza e, soprattutto, allontanare Adam pur amandolo con tutta se stessa.

Recensione a cura di Ofelia Meola:

Ci eravamo lasciati nel primo libro con Juliette e Adam che finalmente hanno trovato un modo per vivere il loro amore lontano dalla guerra e dal regime.
Ma ecco che in Juliette ritorna quel brivido, quella paura della vita, quella necessità di estraniarsi, di non vivere appieno la sua vita, la necessità di trovare un riparo, una casa fra le braccia di Adam che cerca di proteggerla da tutto e da tutti perché, pur essendo Juliette una delle donne fisicamente più forti che ci siano al mondo, Adam la trova fragile e delicata, di una bontà infinita e che dovrà sempre fare i conti con le persone che la circondano.
Le paure prendono il sopravvento su Juliette, si ritrova a non voler stare a contatto con questo nuovo mondo fatto di persone che, come lei, hanno un dono speciale e che cercano (al contrario di Adam) di spronarla a non avere paura di utilizzare il suo potere a favore del bene.

nel giro di 2 settimane avrei dovuto sentirmi più felice, più in salute, avrei dovuto dormire meglio e più profondamente in questo spazio sicuro.
Invece mi preoccupo di cosa accadrà quando se non riuscirò a fare tutto per bene, se non riuscirò a capire come addestrarmi a dovere, se ucciderò qualcuno di proposito per caso.

L’amore di Adam però non riesce a colmare questa solitudine, soprattutto quando scopre che amare Adam la potrebbe portare a realizzare il suo peggior incubo…
Quindi lascia che il suo cuore e la sua mente soffrano e cerca di ritornare nel suo piccolo spazio fatto di autocommiserazione e delusione, si riavvolge di nuovo in quella coperta ispida fatta di depressione.

L’amore di Adam però non riesce a colmare questa solitudine, soprattutto quando scopre che amare Adam la potrebbe portare a realizzare il suo peggior incubo…
Quindi lascia che il suo cuore e la sua mente soffrano e cerca di ritornare nel suo piccolo spazio fatto di autocommiserazione e delusione, si riavvolge di nuovo in quella coperta ispida fatta di depressione

«non è questo che vuoi… non vuoi stare con una come me, con qualcuno che finirà solo per farti del m-male…»

Ma c’è qualcuno però che crede veramente in lei, che nonostante tutto la obbliga a sentirsi bene e quel qualcuno è Kenji.
Con lui inizia a scoprire i suoi veri poteri: forza sovraumana e capacità di bloccare in tutto e per tutto i movimenti di altri esseri…
Ed è a questo punto che fa di nuovo la sua apparizione Warner, il ragazzo di una bellezza spettacolare, colui che adesso sa di poter toccare Juliette senza avere problemi, nessun problema! Ma è davvero poi il cattivo che vuole far credere?
Inizia da qui un nuovo percorso per Juliette, un percorso fatto di persone che credono profondamente in lei e che la inducono a credere finalmente in se stessa, a far cadere quel muro di insicurezze che si era costruita intorno… ma quanto durerà questa sicurezza?
Un nuovo vero cattivo fa la sua comparsa, un uomo senza scrupoli, un uomo a cui piace vedere la sofferenza altrui, che massacra i sentimenti di chiunque abbia al suo fianco compreso il figlio.

Sto fissando un uomo bello da mozzare il fiato.
Ed è un uomo.
Deve avere almeno 45 anni. Alto, forte, con un completo che gli sta in modo tanto perfetto da essere quasi ingiusto…
Ma sono i suoi occhi a fare la differenza. I suoi occhi sono la cosa più spettacolare che abbia mai visto.
Sono quasi color acquamarina…
…E allora capisco, proprio in quel momento, perché tutto ha un  senso.
Il suo aspetto la sua statura, il suo modo di fare elegante e tranquillo, la facilità con cui ho quasi dimenticato che fosse cattivo… quest’uomo.
Quest’uomo è il padre di Warner.

Ed è a questo punto che i colpi di scena si susseguono uno dopo l’altro… ed è a questo punto che non riesci ad andare a dormire anche se sono le tre di notte e domani ti aspetta una giornataccia, devi continuare a leggere, devi continuare a capire cosa succederà…

“la voce di Warner è una corda a cui voglio aggrapparmi. Voglio prenderla e legarmela intorno alla vita, voglio che mi trascini fuori da questo mondo immobile in cui sono bloccata. Voglio dirgli di non preoccuparsi, che va bene, che non ci saranno problemi; perché l’ho accettato, adesso sono pronta a morire, ma non ci riesco…
…tutto a un tratto Warner è a cavalcioni sul mio corpo sanguinante … Afferra le mie braccia nude e dice «Ti riprenderai. Ti guariremo… mi aiuteranno a gurirtie tu… tu ti riprenderai.»

E di cose ne succedono talmente tante che vuoi iniziare a leggere il terzo libro, subito!

stella04

lips1

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...