La ragazza italiana di Lucinda Riley

51MC0+80S9L._SY346_.jpg

Titolo: La ragazza italiana

Autore: Lucinda Riley

Editore: Giunti

Data di pubblicazione: 14 giugno 2017

Genere: Romance

Pagine: 397

Formato: Ebook €8,99 • Cartaceo €12,67

Sinossi

Napoli, 1966. È una splendida giornata estiva e la casa dei Menici ferve di preparativi per la festa che si terrà quella sera. Rosanna ha solo undici anni e sogna di diventare bella e corteggiata come la sorella maggiore Carlotta, che con la sua pelle di velluto e i lunghi capelli scuri attira su di sé tutti gli sguardi. Ma Rosanna ha un altro dono, che la rende davvero speciale: una voce straordinaria in grado di incantare chiunque la ascolti. Soprattutto il giovane Roberto Rossini, brillante studente della Scala di Milano, che dopo l’esibizione di Rosanna propone a suo padre di farla studiare con uno dei più grandi maestri della lirica. Un incontro fatale, quello tra Roberto e Rosanna, che segnerà per sempre il loro destino.
Milano, 1973. Ormai una giovane donna sensibile e appassionata, Rosanna ha finalmente realizzato il desiderio di essere ammessa alla Scala. Inizia per lei un periodo inebriante: il ritmo della metropoli, le estenuanti prove di canto, i primi gloriosi passi sul palcoscenico. E sarà proprio qui che le strade di Rosanna e Roberto si incroceranno di nuovo.
Affascinata e intimorita da quell’uomo carismatico e sfuggente, sempre circondato da donne bellissime e acclamato nei teatri di tutto il mondo, Rosanna finisce per essere travolta da un sentimento potente e inarrestabile. Ma un segreto nascosto nel passato di Roberto e le oscure trame di una donna senza scrupoli minacciano di infrangere tutti i suoi sogni…

Recensione a cura di Ofelia Meola:

Esiste il colpo di fulmine??
Per Rosanna Menici bimba di 11 anni sì! Ebbene, si è innamorata di Roberto Rossini dalla prima volta che lo ha sentito cantare a casa sua a Napoli, quel ragazzo quasi trentenne, dai capelli neri come l’inchiostro l’aveva stregata, l’aveva fatta commuovere e giurare che un giorno lo avrebbe sposato!

Rosanna lo guardava a bocca aperta. Non le era mai passato per la mente di definire “bellissimo” un uomo, ma in quel momento non le venivano in mente altre parole.[…] Rosanna provò una strana sensazione allo stomaco, la stessa tensione che sentiva prima di un’interrogazione, a scuola. […] Di sopra, nella stanza da letto che divideva con Carlotta, Rosanna indossò la camicia da notte, poi sfilò il diario da sotto il materasso. Andò a recuperare una matita nel cassetto della biancheria, si mise a letto e, aggrottando le sopracciglia per la concentrazione, cominciò a scrivere.
16 agosto, festa per Massimo e Maria…
Masticava l’estremità della matita mentre tentava di ricordare le parole esatte di Roberto. Dopo averle riportate sulla carta, sorrise compiaciuta e chiuse il diaro.
Si sdraiò ad ascoltare la musica e le risate che arrivavano dal piano di sotto.
Qualche minuto più tardi, visto che non riusciva ad addormentarsi, si rimise a sedere e, riaprendo il diario, aggiunse un’altra frase.
“un giorno sposerò Roberto Rossini…”

Questa è la storia di un amore vero, appassionato, illogico, devastante e infine malato nato dapprima come infatuazione di una bambina ma poi consumato sui più noti palcoscenici di tutto il mondo, dove Rosanna e Roberto si esibiscono sulle note della musica lirica in duetti che fanno sognare interi teatri! E questa non è la solita fiaba nata in un niente e che finisce con… e tutti vissero felici e contenti. No, è la storia della vita di due personaggi che si intreccia, appassiona, che fa riflettere, sognare e poi volare sulle ali dell’amore ma alla fine ti riporta giù in picchiata verso la realtà!
Rosanna è la protagonista femminile della storia, ed è bellissimo vedere lo sviluppo di questo personaggio che da bambina diventa adolescente, ragazza e infine adulta. Ha una personalità forte Rosanna che orbita intorno a Roberto pur avendo un dono inestimabile come la sua voce, paragonata a quella della Callas. La sua indole però verrà sopraffatta da quella di Roberto che soffocherà le sue scelte non per egoismo, ma perché lui è il Divo per eccellenza, che tutti adorano e osannano, che riesce ad ipnotizzare platee intere solo con la voce e Rosanna è la sua fan numero uno. Soprattutto si fiderà ciecamente delle scelte che Roberto prenderà per entrambi e non si renderà conto di vivere la sua vita in sua funzione, finché un evento tragico non cambierà il corso della loro vita, aprendo i suoi occhi e mettendola dinanzi ad una scelta che dopo tanto si accorge essere la più ovvia, ma questo non vuol dire che il loro amore si placherà

“Non ero così stupida da credere che non mi avrebbe fatto del male in futuro, ma sapevo anche che  senza di lui il dolore sarebbe stato più grande. Da quel primo bacio capimmo di aver scelto il nostro destino, di essere fatti per stare insieme, a qualunque costo.”[…]
Era passato già un anno. Un anno nel quale avva respirato, dormito, mangiato… vissuto, senza di lui.[…]
Era mezzanotte passata e, sebbene ci provasse, Rosanna non riusciva a dormire… poi sentì bussare…«Rosanna sono io. Fammi entrare» chiese una voce attraverso la buca delle lettere. Armeggiò con il chiavistello e la catena, e finalmente riuscì ad aprire la porta.
«Mi hai detto di farti sapere quando avessi voluto vedere mio figlio. Be’ eccomi qui. Lo voglio vedere. Ti amo, mia principessa.»
Roberto la guardò e spalancò le braccia, gli occhi stanchi e pieni di incertezza.
Rosanna esitò un istante poi, incapace di lottare ancora, si lasciò avvolgere nell’abbraccio del marito.

Ci sono tanti piccoli personaggi che ruotano intorno ai protagonisti, ma il più bello è quello di Luca il fratello di Rosanna, che per lei fa dei sacrifici enormi, è il suo angelo custode, la voce della sua coscienza, l’adulto che la guida e che alla fine le dà la possibilità di spiccare il volo.

E se Luca avesse avuto ragione riguardo a come lei si comportava? Era davvero ossessionata da Roberto? Era cambiata? Ebbe un brivido quando si ricordò quanto facilmente si fosse lasciare convincere a non tornare a casa eppure l’istinto l’aveva messa in guardia.

Naturalmente non manca il personaggio antagonista, Donatella innamorata di Roberto che però non vedendo corrisposto il suo amore e sentendolo solo sfruttato alla fine trasformerà questo sentimento in odio architettando una vendetta con i fiocchi.
I personaggi vengono descritti in ogni sfumatura del loro carattere, le emozioni sono espresse senza annoiare e anche le locations vengono descritte con dovizia di particolari ma senza far diventare la lettura poco interessante.
Insomma non il solito romanzo rosa ma un libro che ti fa amare e vivere un mondo non conosciuto a tutti, quello della lirica, fatto di sacrifici enormi ma anche di altrettante soddisfazioni.

stella03

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...