Parola d’autore • Gabriel Wolf

 

received_231779887329847

Da quando ho pubblicato Laymidiel per la prima volta in molti mi hanno fatto un mucchio di domande: su come mi fosse venuta l’idea, sul perché avessi deciso di impegnarmi nello sviluppo di una storia così articolata, che cosa mi aveva spinto ad affrontare una sfida così ardua come scrivere un romanzo e così, suppongo, fosse naturale che alla fine venisse anche a me l’impulso di chiedermi… perché?
Perché ho scritto Laymidiel?
A monte di considerazioni di varia natura, perlopiù personale, credo che l’unica risposta possibile, ripensando al momento in cui ho deciso di farlo, a quando mi sono seduto di fronte al PC per la prima volta con quest’intenzione chiara nella mente, alle primissime parole che ho scritto… ricordo tutto perfettamente… sia perché, semplicemente, era giunto il momento di farlo.
Laymidiel rappresenta per me tanto un punto d’inizio che un punto d’arrivo, coincidenti ed interagenti: matematicamente parlando un vero e proprio punto di flesso nella curva della mia vita, che raccoglie tutto ciò che è stato fino ad allora e pone le basi per tutto ciò che sarà, o meglio che io voglio che sia.

received_231779863996516
Questo romanzo è caratterizzato prima di tutto da una fusione di generi differenti e la sfida di conciliare tematiche come l’horror, il poliziesco, l’azione, l’avventura, il soprannaturale, lo storico, il fantasy, facendoli interagire con tematiche sempre più attuali negli ultimi anni come il “legal thriller” (tipo la serie televisiva “Law&Order”) o l’interesse nei confronti delle scienze forensi, è stata tanto dura quanto esaltante, ma avevo sempre ben chiaro in mente il metodo che avrei usato, un metodo che ho sviluppato rifacendomi alla musica.
Ogni genere può essere considerato come uno strumento musicale: per quanto ognuno di essi sia di natura molto differente dagli altri presenti nell’orchestra, l’abilità e l’applicazione del compositore può fondere i loro suoni in un’armonia che diventa musica…una musica che per me si faceva sempre più chiara fin nelle sfumature più sottili man mano che ne curavo lo sviluppo.

Questa Seconda Edizione di Laymidiel si presenta con una veste grafica rinnovata ed una revisione del montaggio dei capitoli che ha reso più agile l’avvio della storia, la correzione di alcuni errori di battitura e l’arricchimento attraverso l’introduzione di un frammento, inedito, che era stato omesso nella prima edizione: un libro che, citando quelli che già lo hanno letto ed apprezzato, è unico perché pur affrontando tematiche anche molto differenti mostra sempre come, più spesso di quanto non si creda, le affinità sono più numerose delle differenze, perché angeli, demoni, maghi, streghe qualunque creatura soprannaturale sono comunque persone, individui con le loro peculiarità, i loro difetti ed i loro pregi, motivazioni e desideri, che li spingono ad agire per cercare il loro posto nel mondo, perseguendo un ideale di vita che seppure non porta sempre alla felicità a volte gli si avvicina, donando persino rari e preziosissimi momenti di pace.

19576079_231779850663184_33549208_n

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...