Ritratto di dama di Giorgia Penzo

ritratto di dama_copertina singola

Titolo: Ritratto di dama

Autore: Giorgia Penzo

Editore: CartaCanta

Data di pubblicazione: 27 febbraio 2017

Genere: Narrativa Romantica

Pagine: 148

Formato: Ebook € 4,99 – Cartaceo € 11,05

 

Sinossi

Il viaggio di due anime che si amano da sempre e che combattono per incontrarsi, una favola metropolitana dalle atmosfere parigine. Notte di San Lorenzo. Seduta su una panchina di fronte a Notre Dame una ragazza sembra aspettare qualcuno. Guillaume, studente di Storia dell’arte, la nota da lontano. Incrocia il suo sguardo e ha un sussulto: è identica alla famosa Belle Ferronnière ritratta da Leonardo da Vinci. Con una immediata complicità, dal Point Zéro inizia la loro passeggiata attraverso la Ville Lumière. I due parlano di ciò di cui è fatta la vita: arte, fato, desideri, morte. Ma soprattutto d’amore. A un passo dall’alba, la ragazza svela a Guillaume il suo segreto…

Recensione a cura di Giandomenico Basile

In una Parigi contemporanea, che trasuda romanticismo e storia da ogni vicolo, le vite di Elle e Guillaume, sembrano incrociarsi quasi per caso. In realtà, i due protagonisti, si cercano da sempre, pur non conoscendosi affatto, e trascorreranno insieme, la loro notte più felice e passionale. Nell’incantevole cornice della città dell’amore, i due, percorreranno le strade e i luoghi più affascinanti, accrescendo la loro reciproca attrazione in un turbinio di emozioni, che condurranno alla scoperta finale. Il segreto che Elle porta nel suo cuore, sarà il sigillo di quell’amore che potrà durare per l’eternità.
Può il vero amore, riuscire ad abbattere le barriere del tempo e dello spazio? L’autrice Giorgia Penzo, ci invita a percorrere un cammino surreale, tra i vicoli di una Parigi sempre estremamente affascinante, che permette al lettore di divenire un tutt’uno con i profumi e le atmosfere del luogo. Guillaume, è un giovane e infelice pittore, che insegue un amore impossibile. Innamorato di un dipinto del grande Leonardo da Vinci, il giovane sognatore, conduce una vita di negazione alla felicità, dovuta al suo sogno irrealizzabile di poter amare, un giorno, il soggetto della famosa opera del Maestro, La Belle Ferronnière.

Ma belle,
un giorno mi piacerebbe pesare le ceneri di tutte le lettere che ti ho scritto. Dammi la forza di accettare il fatto che non esisti. La realtà e la ragionevolezza non mi lasciano speranze. Dammi la forza per convincermi che il mio amore per te non è altro che suggestione. Fallo, ma non oggi. Oggi perdonami per ciò che ho appena scritto su questo pezzo di carta. Scelgo ancora una volta di essere pazzo, e in un modo o nell’altro d’invecchiare al tuo fianco.
Guillaume.

Sarà durante le sue quotidiane passeggiate notturne, che incontrerà una donna che incarna alla perfezione le fattezze del suo inarrivabile soggetto d’amore. La bella Elle, farà in modo che il giovane pittore, arrivi a sognare un futuro con lei, pur razionalizzando sulla possibilità che possa non essere realmente la sua dama del ritratto.

Stava cavalcando la cecità momentanea per farsi del male e cedere al sogno. Ci avrebbe sperato fino all’alba, per poi rendersi conto della verità: cioè che aveva flirtato con una tizia dall’aspetto troppo simile alla Belle Ferronnière con l’unico scopo di tamponare l’amore senza via d’uscita che lo divorava. Ma stavolta non si trattava dell’ennesimo scacciapensieri privo di sentimento. Stare accanto a quella ragazza sbucata dal nulla era ogni istante più intenso. Gli piaceva. Lo faceva sentire in pace, completo.

Un romanzo, che non offre marcati riferimenti contemporanei, tanto da lasciar intendere una volontà dell’autrice di immergere il lettore in un’atmosfera da belle epoque, che regala all’opera quel sapore da viaggio onirico, che isola letteralmente dalla realtà circostante. Una scrittura chiara e abilmente strutturata, inoltre, dona una fluidità al racconto, che avvolge il lettore in un alone di mistero, assuefacente fino all’ultima pagina. Un’evidente amore spassionato per la città di Parigi, che l’autrice palesa in ogni descrizione dei luoghi, rende il percorso di lettura, un viaggio estremamente emozionante, riuscendo a far brillare gli occhi di chi ha già subito il fascino della città e sicuramente, a far innamorare chi sogna di farlo.

Elle lo baciò con infinito trasporto. Lasciò che le labbra di Guillaume scivolassero sulla sua fronte in modo da prendere tempo, da contenere i battiti, da vincere l’imbarazzo. Quando le percepì appoggiarsi sulla pelle, chiuse gli occhi e lasciò fluire in sé tutta la felicità che fino a quel momento non aveva creduto di meritare.

stella05

 

ritrattodidama_3

L’autrice

Giorgia è nata a Reggio Emilia, dove vive tuttora.
Ama il cinema (dove va almeno una volta a settimana), i giochi di ruolo (avete presente Vampire: The Masquerade e D&D?), la mitologia, l’Art Nouveau, divorare biografie di personaggi storici femminili e scappare a Parigi alla prima occasione. È una ragazza nerd nata nel posto sbagliato, nell’epoca sbagliata e laureata alla facoltà sbagliata. Scrivere è la sua più grande passione.
Pubblicazioni: http://tinyurl.com/z6batra
Scheda libro sul blog dell’autrice (con estratto extra): http://tinyurl.com/gs426r4

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...