La Luce del Lago di Sara Fusco

LA LUCE DEL DESTINO

Titolo: La Luce del Lago (The Light of Nature #2)

Autore: Sara Fusco

Editore:  Amazon Media EU S.à r.l.

Data di pubblicazione: 2 luglio 2017

Genere: Fantasy

Pagine: 259

Formato: Ebook €0,99

Sinossi:
The Light of Nature #2

Sono trascorsi esattamente otto anni dalla fine della Guerra. La vita sulla Terra scorre serena, l’Universo è avvolto dalla Luce e le minacce sembrano lontane.
Per tutti. Ma non per Andir.
Una forza oscura è sempre più vicina. La percepisce, la teme, così come teme se stesso e le sue capacità.
Ha paura. E se il male stesse di nuovo per rovinare ogni cosa? E se lui fosse davvero un mostro, come riteneva la sua gente? Questa è sempre stata l’accusa che ha dovuto subire, ma Andir non vuole fare del male a nessuno a causa dei suoi poteri.
Vuole salvare chi ama. Vuole essere buono. Vuole seguire la Luce.
Proprio per questo cercherà di stare alla larga dall’unica persona che lo ha sempre salvato quando ne ha avuto bisogno: Annie.
Questa ragazza dai capelli color del fuoco e occhi profondi lo ha conquistato anima e cuore, con la sua bontà e la sua empatia. Ma Andir non sa che anche lei nasconde un segreto.
Un segreto che cela l’inizio della Fine.

La Luce riuscirà, ancora una volta, a vincere contro il Buio?
Ma, soprattutto, Andir e Annie riusciranno a stare insieme nonostante le loro diversità?
Lo scopriranno solo vivendo, e non dovranno arrendersi.
Perché il Destino è già stato scritto e le loro anime sono più intrecciate di quello che credono.

Recensione a cura di Ofelia Meola

Ecco la seconda parte della trilogia scritta da Sara Fusco che, dopo averci fatto innamorare di Delia e Will, ora ci fa volare con Annie e Andir.
Luce e buio. Coraggio e paura. Amore e odio. Bellezza e bruttezza. Forza e dolcezza. Vita e morte.
Proprio così, ecco qui quello che ti aspetta catapultandoti nella lettura di questo splendido fantasy.
Spesso i fantasy hanno gli inizi lenti e un po’ noiosi, invece l’autrice è partita in quinta, ha dato una bella scossa alla storia già da subito e questo in un libro, per me, è fondamentale. Attirare l’attenzione del lettore da dall’inizio è una qualità tra le più importanti che deve avere un autore e se poi riesce a sfruttarla già dalle prime pagine del libro, diventa magia…
Mi è bastata leggere la prima pagina e già ero innamorata del protagonista maschile: Andir.

Avrebbe mai conosciuto l’amore? Sì, lo avrebbe conosciuto eccome. Era davanti a lui, in tutta la sua bellezza.
Il sole non era affatto la cosa più bella che avesse mai visto, non era il motivo principale della felicità e della libertà.
Lei. Lei era la protagonista di ogni emozione che gli vibrava nel corpo senza pietà.

Andir (mezzo Merfik e mezzo Siork) è un personaggio che più di tutti ti fa vibrare l’anima in quanto l’autrice riesce a farci provare tutte le sensazioni che il protagonista sente, sì, perché uno dei poteri di Andir è proprio quello di riuscire a percepire le sensazioni e le emozioni delle persone che gli stanno vicine. Ma è soprattutto di una persona che vorrebbe assorbire tutte le paure e tutte le angosce e tutto l’amore che la circondano, la sua bellissima Annie che a causa dei suoi poteri non può più toccare; già! non più, perché più cresce più i suoi poteri si amplificano. E guarda il suo amore da lontano , pensando di essere un mostro, avendo paura di se stesso, ma Annie lo aiuterà, lei sarà la sua ancòra!

Niente al mondo poteva impedirgli di essere felice di vederla, sfiorarla anche solo con lo sguardo, immaginarla a fianco a se in tutti i modi possibili.
C’erano solo degli ostacoli che gli impedivano di fare il passo decisivo: la sua provenienza, la sua pelle verdastra, i suoi occhi di uno strano color ambra, il suo essere per metà Merfik.
Odiava quel sangue che gli scorreva nelle venen, perché era la fonte di tutti i suoi problemi. […]
Vedeva cose che non doveva vedere, gli squarciavano il petto e lo allontanava da chi amava davvero. Lo allontanava da Lei.[…]
Quando lei alzò il volto verso il cielo e sorrise come non mai, involontariamente sorrise anche lui. «Buongiorno, mondo» urlò Annie con voce dolce.
Buongiorno, amore.
Anche lui avrebbe voluto urlare.

Ed eccola qui Annie personaggio che abbiamo già conosciuto nel primo volume della trilogia, piccola di soli dieci anni, l’avevamo lasciata mano nella mano con Andir tredicenne.
Sono cresciuti insieme e si sono aiutati a vicenda per sconfiggere le loro paure i mostri che li perseguitavano in sogno e non…
Annie all’inizio sembra un personaggio timido e un po’ impacciato anche se con tanta voglia di vivere in un mondo fatto di avventura… ed eccola accontentata. Le avventure che vivrà però metteranno a dura prova sia la mente che il corpo della dolcissima Annie e si troverà a fare delle scelte difficili.
Sarà l’amore però a guidarla, a darle la forza di affrontare il presente e di conseguenza avere fiducia nel futuro. Grazie ad un potere che scoprirà di avere quando andrà su Siork con Andir, da sua sorella Delia, conoscerà la sua forza e le sue capacità e grazie sempre al supporto di Andir non ne avrà più paura. Andir è il suo punto di forza è ciò che la guida ad essere quello che è anche se Andir stesso a volte non se ne rende conto.

«Piccola umana, a quanto pare sei destinata a stupirmi» la sua voce era dolce.
La dea sorrise mettendo ancor più in evidenza la sua bellezza.
«Mi domando cosa sia cambiato in te. Sapevo della tua abilità, ma questi disegni sono straordinari. Potresti spiegarmi cosa succede quando li riporti sul foglio?»
Annie guardò Andir e lui annuì nella sua direzione. Aveva bisogno del suo appoggio per spiegare tutto ciò che le accadeva, anche se non riusciva a capire cosa c’entrasse la sua energia vitale.

Altro personaggio che mi ha affascinata è stata la figura della Dea del lago.
La Dea del Lago sembra essere un essere supremo, dotata di poteri eccezionali ma alla fine appare veramente quello che lei è: una mamma! Una mamma con tutti i dubbi, i rimorsi e l’amore senza remore e confini, da donare al suo unico figlio visto crescere nell’angoscia e nel dolore. Lei sa di non poter cambiare il passato ma farà in modo che il futuro sia diverso, che possa vivere in un mondo fatto di speranza e non di paura.

Era responsabile di tante, troppe cose, e mettendo da parte il cuore e i suoi bisogni era riuscita a portare a termine ogni suo compito. Poi il lago gli aveva mostrato che qualcosa stava cambiando. A causa della malvagità dei Merfik, la Prescelta stava per nascere, un nuovo Guerriero stava per formarsi , una guerra era alle porte e con il passare del tempo, alla fine di tutto anche lei avrebbe avuto un Dono. Allora si era data da fare. […]
Lei aveva ricevuto suo figlio. Nato dalle acque del lago sacro, Andir aveva i suoi stessi poteri, uniti a quelli di suo padre. Thorin.

Quello che traspare da questo libro è il coraggio e l’intensità dell’amore in ogni sua forma e essere, che alla fine tutto può!
Per concludere tutti i personaggi che sono stati coinvolti in questo libro emanano magia e hanno la potenza di coinvolgerti per tutta la durata della lettura.
Faccio i miei complimenti all’autrice che di libro in libro fa notare la sua crescita e la sua bravura!!

stella05

L’autrice

Pagina FB: Sara Fusco – Autrice

Annunci

2 thoughts on “La Luce del Lago di Sara Fusco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...