Un caffè e tre chiacchiere con Laura Lewis

Anteprima Interviste laura lewis

 

  • MARE DI INCHIOSTRO: Per iniziare la nostra chiacchierata una domanda semplice semplice, chi è Laura nella vita di tutti i giorni?
    (Un po’ di sana curiosità non può certo mancare 😉
    Laura Lewis: Chi sono?
    Bella domanda, a volte nemmeno io lo so. Nasco pianista e cantante. Poi mi sono dedicata alla pittura e al restauro dei mobili. Adoro recuperare vecchi oggetti per dar loro nuovi utilizzi e nuova vita.
    Sono mamma di una semi-adolescente e di un bimbo. Adoro cucinare, viaggiare e fare shopping.
    Ah! A tempo perso lavoro nell’amministrazione di una ditta privata!

 

  • MARE DI INCHIOSTRO: Come nasce la tua passione per la lettura e la scrittura?
    Laura Lewis: La passione per la scrittura è una conseguenza di quella per la lettura… Ho sempre avuto un libro in mano, da che ho memoria. Adoro leggere!

 

  • MARE DI INCHIOSTRO: In un palcoscenico editoriale molto vasto, hai uno scrittore che segui e a cui ti sei ispirata?
    Laura Lewis: Oh tanti!
    Vado da Pennac alla Hoover, per dire… leggo molto e spazio fra diversi generi.

 

  • MARE DI INCHIOSTRO: Gioie e dolori del Self Publishing?
    Laura Lewis: Eh… puoi fare e disporre come meglio credi.
    Dolori… farti conoscere, farti apprezzare.

 

  • MARE DI INCHIOSTRO: Tre aggettivi per definire il tuo ultimo romanzo Io sono Cam?
    Laura Lewis: Solare. Colorato. Profondo .

 

  • MARE DI INCHIOSTRO: In un panorama editoriale e di self publishing sempre più vasto e ricco di concorrenza cosa deve fare un autore per distinguersi dalla massa?
    Laura Lewis: Mah… io sono una novizia, sono solo al mio secondo libro… secondo me un buon prodotto parla da sé. Se il libro merita, prima o poi verrà letto. Abbiamo la grande opportunità di farci conoscere tramite i blog, ma a parer mio deve esserci sostanza, altrimenti si viene accantonati.

 

  • MARE DI INCHIOSTRO: C’è una frase o un passaggio in particolare nei tuoi scritti che rileggendolo ti ha fatto dire: l’ho scritto proprio io?
    Laura Lewis: Sì. Il prologo di Io sono Cam. Lo adoro.

 

  • MARE DI INCHIOSTRO: Qual è la domanda cui vorresti rispondere e che nessuno ti ha mai fatto?
    Laura Lewis: Vorresti la scarpiera di Kimora Lee Simmons?

 

  • MARE DI INCHIOSTRO: Nei tuoi lavori prediligi curare di più forma o contenuto? Perché?
    Laura Lewis: Entrambi. Il contenuto è importante, ma anche la forma.

 

  • MARE DI INCHIOSTRO: Qual è il più bel complimento che hanno fatto alla tua scrittura?
    Laura Lewis: Quello di aver vissuto il mio libro. È una cosa fantastica perché ti rendi conto di aver trasmesso qualcosa.

 

  • MARE DI INCHIOSTRO: Laura hai incontrato difficoltà a descrivere l’amore tra due ragazzi?
    Laura Lewis: No. L’ho vissuto come se fosse un amore etero. Non ho visto differenze.

 

  • MARE DI INCHIOSTRO: Come è nato nella tua mente il personaggio di Cam?
    Laura Lewis: Da una necessità di avere qualcuno che alleggerisse la presenza di Nina.
    Poi mi ha preso di mano, sono sincera.

 

  • MARE DI INCHIOSTRO: Che futuro auguri ai tuoi romanzi?
    Laura Lewis: Di far sempre provare qualcosa a qualcuno!

 

  • MARE DI INCHIOSTRO: Laura Progetti futuri?
    Laura Lewis: Un paio si idee ce l’ho, ma sono istintiva e quindi mi dedicherò a quella che mi ha già rapito il cuore.

♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥

La nostra recensione sul blog: https://maredinchiostro.wordpress.com/2017/05/31/io-sono-cam-di-laura-lewis/

Pagina FB: Laura Lewis Autrice

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...