Mistral – Tra la vita e la morte di Martina Koaluch Alice

51A5h8HtkQL._SY346_.jpg

Titolo: Mistral – Tra la vita e la morte

Autore: Martina Koaluch Alice

Editore: Amazon Media EU S.r.l.

Data di pubblicazione: 13 maggio 2017

Genere: Fantasy Paranormale

Pagine: 163

Formato: Ebook € 2,99 – Cartaceo € 11,99

 Sinossi:

Ci vuole coraggio per rifiutare una seconda opportunità.
Eve si risveglia improvvisamente lontana da casa, senza memoria di sé o delle persone che le stanno attorno. È sola e nessuno sembra poterla vedere. Nessuno eccetto lui, il ragazzo dagli occhi di ghiaccio del quale pare ricordarsi vagamente. È sicura però che non si sono mai visti prima, quindi come spiegherà l’incredibile forza magnetica che quasi la spinge verso di lui?
Tra la confusione scatenata dalle emozioni e dalla memoria persa, si ritroverà a scoprire cose che la sconvolgeranno nel profondo, portandola a fare una scelta che nessuno prima di lei aveva preso in considerazione.

Recensione a cura di Ofelia Meola

E anche con questo romanzo breve questa giovane autrice non si è smentita: il risultato è ottimo!
Il modo di scrivere, scorrevole e senza troppi fronzoli, fa della storia un appassionante veicolo che ci fa viaggiare in strade percorse dall’amore, dalla paura, dall’incertezza e alla fine da una sicurezza che si diffonde in Eve (protagonista femminile), certezza che te la fa apprezzare nel profondo.
La storia dall’inizio mette molta curiosità e prosegue a ritmo incalzante.

il panico la assalì, mentre si rendeva conto di aver un vuoto totale. Non sapeva nulla, non ricordava il suo stesso volto, non sapeva il proprio nome

Essendo un romanzo breve i personaggi sono pochi ma essenziali allo svolgimento della storia.
Il personaggio maschile, Avel è sicurezza e protezione, quello di cui ha bisogno la nostra Eve per seguirlo nel breve viaggio che dovranno percorrere.

…lo sguardo fisso sulla luna. Quest’ultima gettava una luce biancastra sulla sua pelle che la faceva apparire ancora più inconsistente ed eterea… la visione di lui la colpì come un dardo… lasciandola incantata… 

La storia è permeata di buio e di ombre che, col passare delle pagine, si trasforma in luce, che insieme alle sensazioni di freddo e caldo diventano i pilastri del romanzo.
Un senso di angoscia intervallato da delicati momenti di tenerezza fanno sì che il libro voli via pagina dopo pagina senza che il lettore ne abbia coscienza, arrivando all’ultima pagina in cui si scopre una verità che il lettore già immaginava ma a cui probabilmente non sarebbe voluto avvicinarsi.
Se dovessi però trovare una pecca al romanzo, direi che è troppo breve in quanto se avesse voluto, l’autrice avrebbe potuto tirare fuori un libro altrettanto bello ma più ricco, dato che di fondo c’è una storia che potrebbe decisamente essere ampliata, perché lascia molta curiosità e visioni di un futuro inespresso.
Martina k. Alice questo potrebbe essere il “LA” per iniziare la stesura del vero romanzo, senza nulla togliere a questo!

stella04

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...