È un giorno bellissimo di Amabile Giusti

è un giorno bellissimo

Titolo: È un giorno bellissimo

Autore: Amabile Giusti

Editore: Amazon Publishing

Data di pubblicazione: 9 Maggio 2017

Pagine: 378

Genere : Romance contemporaneo

Formato: ebook 4,99€ – Cartaceo 9,99€

Sinossi

Grace Gilmore, bionda diciottenne di buona famiglia, vive in un mosaico di cristallo in cui ogni tessera ha il suo posto preciso: i suoi genitori sono belli, ricchi e affettuosi, le porte dell’università di Yale si apriranno subito dopo l’estate, e un principe azzurro di nome Cedric è il fidanzato pronto a sposarla. Eppure bastano una sola notte e tre colpi bassi del destino a farle mettere in discussione tutto quel mondo. Con i cocci delle sue illusioni in uno zainetto e i frantumi della sua vecchia vita nel cuore, Grace si ribella al suo futuro perfetto, scelto da chiunque tranne che da lei. Si lancia così in un inatteso e spontaneo road trip in giro per gli States, decisa per una volta a seguire il suo istinto e i suoi sogni. A New York conosce il bellissimo Channing: metà latino e metà asiatico, capelli di seta e fisico mozzafiato, irriverente ma gentile. È lui il fulmine dagli occhi blu che squarcia il cielo grigio nel cuore di Grace. Dalla Pennsylvania all’Ohio, dal Kentucky all’Illinois, fino al tour sulla mitica Route 66, il destino sembra deciso a far intrecciare le strade dei due giovani. E mentre Grace imparerà a conoscere sentimenti nuovi ed emozioni autentiche – così lontane dalla sua vecchia vita –, Channing dovrà fare i conti con un tragico segreto che potrebbe spezzare il sogno di un giorno bellissimo.

Recensione a cura di Giunia Fagiolini

È sempre un giorno bellissimo quando esce un nuovo romanzo di Amabile Giusti e con quest’ultimo si ha la conferma delle doti di grande sensibilità di questa eclettica autrice italiana.
Grace, questo il nome della giovane protagonista, ha avuto tutto dalla vita: un fidanzato adorante, una buona famiglia che non le fa mancare nulla e la prospettiva di una luminosa carriera universitaria. I sogni e le illusioni della sua esistenza, fin troppo perfetta, vengono infrante il giorno che dovrebbe essere uno dei più belli nella vita di una persona: quello del diploma.
Il destino si fa beffe della ragazza facendole scoprire in rapida successione verità taciute che creano una frattura irreparabile nel suo animo: il fidanzato la tradisce, viene rifiutata dalla prestigiosa università di Yale e, ciliegina su una torta divenuta all’improvviso amara, scopre di essere stata adottata. Tutte le certezze che l’avevano cullata fino a quel momento nella sua vita crollano, lasciandola incredula e delusa. Per la prima volta nella sua giovane esistenza decide di fare qualcosa di ‘ribelle’: raduna poche cose in uno zaino e parte senza una meta precisa. Lo scopo: chiarirsi le idee, ritrovarsi… Arrivata in una New York allo stesso tempo affascinante e pericolosa, vissuta per la prima volta da persona qualunque e non da abituale cliente di alberghi costosi, fa il suo incontro con Channing, un intrigante mix di razze asiatiche e occidentali, un ragazzo fuori dal comune.

Quel ragazzo le trasmetteva una sensazione di forza, di coraggio e di libertà. I suoi gesti esprimevano energia e audacia, un che di selvatico e insolente, di naturale e di semplice. Non si muoveva come se la vita fosse un palco e lui un attore, ma come se la vita fosse il cielo e lui un falco.

I due per un po’ saranno compagni di viaggio, si perderanno e si ritroveranno… intanto la lista delle cose da provare almeno una volta nella vita di Grace si allunga, tra queste innamorarsi! La strada, che in questo caso è la mitica Route 66, è lunga, piena di persone eccentriche ma dal cuore d’oro da incontrare, animaletti fuori dal comune da coccolare e, purtroppo, tristi eventi in agguato. Che aspettate a partire con Grace e la sua coloratissima comitiva per un viaggio alla riscoperta del sé più autentico?

Si commosse, con le lacrime che quasi le pungevano gli occhi, al pensiero di quanta gente l’avesse percorsa in passato, in fuga dalla povertà e dalla polvere delle terre che non davano frutti, e quanta ancora la percorresse adesso, inseguendo un’avventura non meno importante: la ricerca di sé e delle proprie emozioni nascoste che, in mezzo alla natura selvaggia, si liberavano dalle gabbie e riempivano il cielo di ali. Le moderne interstatali che scorrevano parallele erano solo strade per partire da un punto e arrivare in un altro nel più breve tempo possibile. La Route, invece, non aveva fretta. La Route non era una strada, era uno stile di vita, una caccia al tesoro, una promessa di libertà, un susseguirsi di curve che si adattavano ai luoghi senza costringerli ad adattarsi e, dal basso delle sue due corsie strette e scomode, pareva guardare con affettuosa compassione le sue titaniche antagoniste.

Intraprendere questo viaggio guidata dalle parole di Amabile Giusti è stata una continua fonte di emozioni e sorprese. Come nella duologia precedente l’autrice ha scelto di narrare il punto di vista di Grace in terza persona, mentre i capitoli dal POV di Channing invece sono in prima persona, permettendoci di vivere in pieno gli avvenimenti nell’ottica e nei sentimenti del ragazzo. La trama di questo romanzo può ricordare vagamente uno dei primi Young Adult che ho letto e amato moltissimo: “Il confine di un attimo” ma lo stile e la poetica della Giusti lo rendono unico nel suo genere. È un romanzo da leggere senza essere condizionati da preconcetti, ma occorre vivere il viaggio lasciandoci trasportare dai sentimenti… ci si emoziona, si ride, si piange… e alla fine ci ritroviamo cambiati, diversi…

«Non mi credi, lo so. Ma è la verità. Volevo dirtelo prima che andassi via. Sei libera di fare quello che vuoi, s’intende. Hai ragione, ho provato in tutti i modi a creare una distanza, ma non ci sono riuscito molto bene. Non ci sono riuscito affatto. Ti amo più di quanto abbia mai amato chiunque al mondo. Chiunque e qualsiasi cosa, compresa l’arrampicata, i motori, il dormire sotto le stelle e il caramello salato.»

Le scene d’amore sono molto caste e delicate com’è nello stile dell’autrice, ma forse proprio per questo ricche di quella freschezza che spesso manca in altri scritti.
L’unico ‘difetto’ che posso aver trovato è forse un’eccessiva ingenuità della protagonista, forse un po’ anacronistica ai nostri tempi.
Il finale del libro lascia presagire un altro capitolo dedicato alla dolce Kate, la giovanissima amish che si aggiunge alla compagnia… ma questa è un’altra storia.
Lo consiglio a tutti. Ognuno di noi può trovare la propria chiave di lettura tra le righe di questo romanzo e riuscire con esso a evadere dal proprio quotidiano.

stella05

lips2

L’autrice:

Amabile Giusti è calabrese. Fa l’avvocato ma non si sente avvocato. La sua vita è scrivere romanzi e, anche quando lavora, pensa a come concludere o iniziare una storia. Per farla felice, regalatele un saggio su Jane Austen, un ninnolo di ceramica blu, un manga giapponese, o una pianta grassa piena di spine. Spera di invecchiare lentamente (sembra sia l’unico modo per vivere a lungo) ma mai invecchiare dentro. Ascolta molto e parla poco, ma quando scrive non si ferma più…

Dal 2009 ha pubblicato numerosi romanzi molto amati dal pubblico: Non c’è niente che fa male così, Cuore nero, la serie di Odyssea (Oltre il varco incantato, Oltre le catene dell’orgoglio, Oltre i confini del tempo, Oltre il coraggio del sacrificio), L’orgoglio dei Richmond, Solo non si vedono i due liocorni, e con Mondadori Trent’anni e li dimostro e La donna perfetta. Per AmazonPublishing ha scritto Tentare di non amarti (2015) e il sequel C’è qualcosa nei tuoi occhi (2016).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...