Iperborea • Cristiano Pedrini

17634763_10208829712731488_8069783469057755239_n

Il Parco dei Mostri di Bomarzo

IPERBOREA questa volta fa tappa in Italia e precisamente in provincia di Viterbo per passeggiare, complice questa nuova primavera, nel PARCO DEI MOSTRI DI BOMARZO.17799192_1766514706996838_1291893082523992327_n
E’ infatti in questa piccola località di poco più di mille abitanti, che nel lontano 1547 venne edificato quello che ancora oggi suscita infinite domande.
Opera dell’architetto Pirro Logorio, che lavorò su commissione del principe Pier Francesco Orsini, questo parco e le sculture che lo popolano sono ancora lì, mute testimoni dell’animo del costruttore!
Animali e figure mitologiche, edifici che annullano le regole prospettiche, come la nota casa inclinata, con lo scopo di confondere i visitatori, il complesso che Orsini chiamò il parco Sacro Bosco lo dedicò a sua moglie, Giulia Farnese scomparsa da poco. Esso si estende su una superficie di 3 ettari, accolto in una foresta che sembra voler celare le grandi sculture realizzate in basalto, un materiale disponibile in grandi quantità nella zona. Pare che un tempo molte di queste opere fossero arricchite da iscrizioni enigmatiche e misteriose, sopravvissute purtroppo in piccola parte.

17493133_1766514666996842_4657180682033104604_oTuttavia è bene notare che l’attuale disposizione delle attrazioni nel Parco non è, salvo alcuni casi documentati, quello originario, ma risale alla seconda metà del XX secolo, quando la famiglia Bettini lo rilevò e lo rimise in uso. Non si conosce l’originario scopo con cui il parco è stato costruito: nel corso del tempo sono state formulate numerose ipotesi che vedrebbero il luogo come un “percorso iniziatico”, oppure Orsini volle semplicemente dotarsi di un luogo incantato per il piacere altrui o personale ed, a mio avviso, dopo averlo visitato (anche se diversi anni fa) credo che entrambi gli scopi siano stati raggiunti!17493084_1766514700330172_2545326374208701451_o
La quiete di quel luogo sembra fondersi in modo indissolubile con le presenze di pietra e sono ancora lì ad attenderci e a suscitarci le stesse emozioni che infondono a chiunque si avvicini loro!
E voi… quale storia vorreste vedere ambientata in questo luogo che unisce il fascino del mistero a quello della storia?

 

 

screenshot_439 Cristiano Pedrini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...