Nella tana del leone di Linda Kent

tana leone

Titolo: Nella tana del leone

Autore: Linda Kent

Editore: SelfPublishing

Data di pubblicazione: 7 marzo 2017

Genere: Romance storico

Pagine: 304 pagine

Formato: Ebook  €2,99 • Cartaceo €8,90

Sinossi

Richard D’Arcy è chiamato il Leone Bianco per il coraggio e la lealtà alla Rosa di York. Gravemente ferito in battaglia e oppresso da un terribile rimorso, rinuncia a sposare Eleanor Lyon nonostante la promessa di matrimonio pronunciata quattro anni prima. Lei però, non è disposta ad accettare il suo rifiuto e, sotto false spoglie, si reca al castello di Evershine, per comprenderne il motivo. L’attrazione improvvisa che provano l’uno per l’altra è tanto potente quanto combattuta, ma quando Richard scopre l’identità di quella strana novizia, è troppo tardi per tirarsi indietro. E non c’è alcuna ragione per la quale un’unione consumata all’insegna della passione e dell’amore, non debba rivelarsi felice. Proprio nessuna. Purché Eleanor non scopra mai il suo segreto…

Recensione a cura di Pitti DuChamp

Ho già detto e ripetuto che trovo difficile recensire Linda Kent perché le uniche parole che vorrei scrivere in un loop che duri pagine e pagine sono: “è bellissimo, è bellissimo, è bellissimo”.
Mi trattengo dal farlo perché in effetti c’è da intrufolarsi nelle pieghe di questa avvincente storia e descriverne i punti di forza con dovizia di particolari. Siamo nel castello di Evershine, lo stesso castello in cui Fleur si è innamorata di suo marito in “Biancospino”, il primo libro di questa duologia (termine orrido ma ahimè corretto). Il protagonista è Richard, il leone bianco, fedelissimo alleato del Conte di Warwick e della rosa bianca nell’ambito della guerra delle sue Rose, quella guerra che vide i Lancaster opporsi agli York per ben trent’anni, tra il 1445 e il 1485. Abbiamo quindi un periodo ben distinto con ambientazioni storico geografiche assolutamente realistiche e con la presenza di personaggi storici davvero vissuti. Il Conte di Warwick, alleato della rosa bianca degli York, fu uno dei tanti personaggi che cambiarono fazione nell’arco di trent’anni di guerra fomentando rivolte e spingendo sul trono ora l’uno ora l’altro pretendente.

Non ho paura del destino, né mi farò intimidire dalla mia condizione di donna, perché supplirò con la forza della volontà alla debolezza del fisico: spada e lancia sono armi letali in battaglia o in un torneo ma, alla lunga, le nostre lacrime o i sorrisi possono colpire un cuore quanto una lama affilata.

Richard, cavaliere coraggioso che ha attraversato mille battaglie ed è sopravvissuto a una ferita quasi mortale per merito delle cure di Fleur, la moglie del suo vicedomino, si trova costretto a spezzare una promessa di matrimonio contratta prima dell’ultima sanguinosa parte di guerra. La ragazza è Eleanor, una rossa dalla chioma inconfondibile, che lui ha appena intravisto una sera di tanti anni prima, al castello di Warwich, decidendo su due piedi di salvarla dalla brutta fine che suo zio nonché tutore avrebbe voluto farle fare. Dopo quattro anni di attesa Eleanor riceve la lettera del suo fidanzato che le annuncia la risoluzione delle promesse e lascia il suo castello in uno stato di completo smarrimento, senza più un domino – fratello di Eleonor morto in guerra – e con un pretendente particolarmente insistente al confine. La ragazza rossa spaurita non esiste più, quella che quattro anni prima aveva assistito, nascosta, alla discussione sul suo futuro tra il leone bianco, suo zio e il conte di Warwick è diventata una donna bellissima e impulsiva che decide di travestirsi da pellegrina e di recarsi sotto mentite spoglie al vicino castello del suo ex fidanzato per capire cosa sia successo e perché il Leone bianco ha mancato alla parola data. Inutile dire che appena Richard mette gli occhi sulla rossa sinuosa tutti i suoi pensieri si concentrano esclusivamente su di lei. Non sa che l’oggetto dei suoi desideri è Eleanor, lo saprà solo più tardi quando ormai ne è rimasto completamente sedotto. Le pagine dei libri di Linda Kent hanno un potere magico, quello di trasportare il lettore nel tempo e negli ambienti. Maestra di descrizioni, la Kent ricrea con un uso sopraffino del linguaggio i minimi dettagli delle sue ambientazioni, ricrea i palpiti dei sentimenti e l’eccitazione del sesso che, seppur esplicito non scade mai della trivialità e non è mai banale – ricrea le angosce di un mondo crudo dove però gli uomini misuravano il loro onore anche con il metro della gentilezza nei confronti delle donne.

Non volevo innamorarmi di te, certo com’ero di non poterti rendere felice. Ma l’amore negato e combattuto diventa più forte e più tenace, impossibile da distruggere.

Se in Biancospino aleggiava su tutte le pagine un buon profumo di fiori, questo ultimo romanzo della Kent odora di passione, se Fleur e suo marito sono una coppia positiva a tutto tondo con qualche sbavatura data dalla troppa perfezione, Eleanor e Richard sono anime in travaglio, sono carne e sangue ancora prima che amore e sentimento. Perdersi tra le pagine della Kent non richiede nessun impegno, sono le storie che risucchiano il lettore in una dimensione parallela e ve lo trattengono fino all’ultima pagina impegnando la vista e il tatto con le magistrali descrizioni, l’udito con il clangore delle spade nei combattimenti e le urla della gente nei borghi dei castelli, l’olfatto e il gusto con i profumi di fiori, di vini e di antichi, appetitosi cibi. Aspettiamo con impazienza un’altra storia di Linda Kent, un altro sogno senza valore comprato – fortunati noi – per pochi spicci. Aspettiamo che i nostri scuri e-reader diventino magici portali di passaggio tra il nostro e il mondo del passato.

stella05

L’autrice

Nonostante il suo nome faccia riferimento a lontane origini familiari, Linda è orgogliosa di essere italiana. Divide la sua vita fra Roma e la campagna toscana, un’oasi di tranquillità nella quale rifugiarsi quando scrive. Ama profondamente la letteratura, la poesia e la storia del passato, soprattutto quella del Regno Unito. Non appena le è possibile, compie lunghi viaggi nei luoghi in cui ambienta i suoi romanzi, per poterli descrivere fedelmente ai suoi lettori.

Sito internet: http://www.lindakentauthor.com 

Pagina Facebook autore: www.facebook.com/lindakentromance 

Twitter: https://twitter.com/lindalindakent.

 

Annunci

3 thoughts on “Nella tana del leone di Linda Kent

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...